Facoltà Teologica del Triveneto: Progetto THESIS Fttr

Tipologia Tesi: Laurea Magistrale in Scienze Religiose

  • La Provvidenza tra agire di Dio e agire dell’uomo

    un approfondimento secondo Teilhard de Chardin

    Che cos’è la Provvidenza cristiana? Come è possibile definire tale concetto? E che implicazioni ha nella vita dell’essere umano? Vi è compatibilità tra l’agire provvidenziale di Dio e la libera azione umana? Qual è il rapporto tra essi?
    La ricerca ha indagato sul coinvolgimento dell’agire dell’uomo e quello dell’agire di Dio come espresso dal concetto di Provvidenza divina. Nello specifico si è esplorato a riguardo il pensiero del teologo gesuita paleontologo Pierre Teilhard de Chardin, vissuto a cavallo tra il XIX e il XX secolo.
    Inizialmente si è presentata l’evoluzione storica del concetto di Provvidenza, dalla sua origine in ambito filosofico, all’idea che scaturisce dalla Sacra Scrittura, fino alla teologia della Provvidenza espressa dal magistero. Il centro del lavoro è stato cercare traccia del concetto di Provvidenza e della relazione tra agire divino e agire umano nell’opera di Teilhard de Chardin e in che termini egli li espliciti. Infine si è ricercato se e come alcuni manuali di teologia contemporanea affrontino la questione della Provvidenza.
    La testimonianza biblica costituisce un punto di riferimento per leggere la nostra storia come presenza-provvidenza di Dio nel nostro tempo. Gesù Cristo è la forma tangibile della Provvidenza divina: le sue parole e i suoi gesti hanno concretizzato la Provvidenza in un piano divino di salvezza, che punta alla gloria eterna di una vita in comunione con Dio. Non solo: le parole e la relazione di Gesù con l’altro è sempre aperta alla partecipazione stessa delle persone, che divengono esse stesse Provvidenza per gli altri.
    Pierre Teilhard de Chardin possiede una cosmovisione provvidenziale: l’azione provvidenziale di Dio viene espressa nella sua capacità di integrare costantemente il piano superiore divino con la realtà. Mediante le Cause seconde – esistenza umana e leggi cosmologiche –, la Causa Prima – Dio – realizza il suo piano superiore. Ma cogliere l’azione del divino attraverso le cause seconde è un fatto di fede. Teilhard de Chardin mette al centro di quest’atto di fede la persona di Cristo: da Lui, in Lui e a Lui tende tutto l’universo e l’umanità intera. La grazia di Cristo, entrata nella storia per tutti gli uomini – credenti e non –, si serve dell’evoluzione della storia stessa per realizzare il suo piano salvifico provvidenziale. Inoltre secondo Pierre Teilhard de Chardin la Provvidenza divina richiede all’uomo un coinvolgimento attivo da parte sua affinché il piano salvifico di Dio raggiunga il suo compimento. L’intera esistenza umana viene divinizzata, “superanimata”, affinché si realizzi l’edificazione del Regno. Perciò l’agire di Dio e l’agire dell’uomo non sono escludentisi a vicenda, ma co-operanti tra loro.
    La grande originalità di Pierre Teilhard de Chardin è stata la presenza nella sua riflessione teologica del confronto con la visione scientifica della realtà, che costituisce una delle istanze più critiche da assumere per una corretta comprensione teologica della Provvidenza.



Informazioni Generali

Facoltà Teologica del Triveneto

Dove siamo

Via del Seminario, 7

35122 Padova

Recapiti

+39 (049) 664116

+39 (049) 8785144