Facoltà Teologica del Triveneto: Progetto THESIS Fttr

Tipologia Tesi: Laurea in Scienze Religiose

  • La radicale fragilità della condizione umana dinanzi al male

    Le riflessioni del lavoro svolto prendono avvio dalla domanda sulle ragioni per le quali l’uomo compie il male e si cerca di capire se un male così atroce come quello dell’ Olocausto possa avere una giustificazione e se possa anche ripetersi. Come punto di partenza, si cerca di rispondere alle domande relative all’origine del male, […]

    Le riflessioni del lavoro svolto prendono avvio dalla domanda sulle ragioni per le quali l’uomo compie il male e si cerca di capire se un male così atroce come quello dell’ Olocausto possa avere una giustificazione e se possa anche ripetersi. Come punto di partenza, si cerca di rispondere alle domande relative all’origine del male, cioè cosa esso sia, da dove derivi, dove si annidi, facendo un confronto tra la concezione del male di Kant (radicale) e quella di Hannah Arendt, partendo dal saggio di Karl Jaspers. Si cerca di capire in che senso il male è legato al singolo individuo o se invece, riguarda l’uomo all’interno della società. Proseguendo si pone in evidenza il rapporto di unità e di distinzione tra due concetti, quello di radicalità e quello di banalità del male, espressione quest’ultima coniata dalla filosofa Hannah Arendt in seguito alla testimonianza, durante il processo del gerarca nazista Eichmann, di cui la filosofa è stata testimone. Ci si interroga su come sia possibile per l’uomo rendersi responsabile di un male così crudele come quello dei crimini del regime nazista. Si arriva a dire che tali uomini non sono né malvagi, né diabolici, bensì mediocri, ordinari, caratterizzati dall’assenza di pensiero e dall’ incapacità di distinguere il bene dal male. A conclusione del lavoro si pone l’attenzione sulle questioni della radicale fragilità della condizione umana dinanzi al male e della complessità dell’umanesimo etico-religioso di Hannah Arendt. Dopo le diverse riflessioni, si giunge come conclusione ad una domanda : ci si chiede se un male così profondo, imperdonabile e, al tempo stesso banale e superficiale come quello dell’ Olocausto, possa ripetersi anche oggi.



Informazioni Generali

Facoltà Teologica del Triveneto

Dove siamo

Via del Seminario, 7

35122 Padova

Recapiti

+39 (049) 664116

+39 (049) 8785144